Come registrare un gameplay

registrare un gameplay

Nonostante gli sforzi di molti Youtuber per rendere YouTube Italia, una piazza ricca di contenuti impegnati, su questa piattaforma i veri soldi li fanno solamente i gameplayer. Avete visto quanti utenti ha Cicciogamer89 o suo fratello J0k3R?! Per non parlare di Favij, Dread e tutti gli altri di Melagodo.

Se volete guadagnare con Youtube e siete appassionati di videogiochi, dovrete per forza proporre al vostro pubblico dei gameplay, possibilmente in buona qualità e relativi a giochi che interessino a migliaia di persone.

In questo articolo forniremo le basi per iniziare. Vedremo come acquisire il gameplay dalle piattaforme di nuova generazione come Xbox One e Playstation 4 o direttamente dal PC. Per PS3 c’è un discorso a parte, in quanto bisogna bypassare la protezione HDCP che impedisce l’acquisizione del gameplay tramite HDMI.

Cominciamo dalla Playstation 4. Abbiamo una prima opzione, incorporata nelle funzionalità della console e non dovete far altro che cominciare a giocare, arrivare al punto che volete condividere con il pubblico e premere due volte il bottone di condivisione.

pulsante share su dualshock 4

A questo punto, nella parte alta dello schermo, apparirà un avviso che ci notifica l’inizio della registrazione. Per interromperla, si ripete il processo, cliccando due volte lo stesso pulsante.

Ora andate in Galleria Catture, scorrete i video e selezionate quello che v’interessa. Avete già la possibilità di caricarlo su Youtube, direttamente dalla console, autorizzata ad accedere al vostro account.

Se invece volete prima editarli, con tagli, musiche ed altro, collegate una chiavetta USB alla console e con il video selezionato, premete il tasto Start e scegliete l’opzione Copia nel dispositivo di archiviazione USB.

copia video da PS4 a USB

Tutto molto semplice, ma sappiate che con questa opzione avete un limite temporale di 15 minuti. Va benissimo per una partita a Fifa, ma forse non è il massimo per un survival horror.

Se volete fare le cose in maniera più professionale, possiamo optare per la seconda soluzione, che funziona anche per le console di Microsoft e Nintendo. Avrete bisogno di un dispositivo di acquisizione Full HD, interno o esterno, da collegare alla console attraverso un cavo HDMI.

Sul mercato ne troverete diversi di questi hardware, con una spesa che va dai 100 ai 200 €. Senza ombra di dubbio, lo strumento più potente è l’Hauppauge HD PVR 2, acquistabile su Amazon, attraverso questo link, per un costo di 159,90 €.

Al di là del dispositivo che sceglierete, il funzionamento è più o meno lo stesso per tutti. Se stiamo utilizzando PS4, per prima cosa andate nelle impostazioni della console e disattivate l’opzione relativa a High-Bandwidth Digital Content Protection. Dopo di che, possiamo iniziare con la procedura vera e propria.

Colleghiamo il dispositivo di acquisizione al computer tramite il cavetto USB, con il primo cavo HDMI colleghiamo la console al dispositivo (presa IN) e infine colleghiamo il dispositivo al televisore con il secondo cavo HDMI, da inserire nella presa OUT.

Hauppauge HD PVR 2 Gaming Edition

Accendete la console e il computer e lanciate il software. Da li potrete settare tutte le impostazioni del vostro gameplay, come la cartella di destinazione, risoluzione, traccia audio e tutto quello che serve.

Come detto in precedenza, la procedura è quasi uguale per PlayStation 3, ma c’è bisogno di un ulteriore componente, uno splitter HDMI in grado di aggirare la protezione HDCP. Lo splitter ha due entrate, una da collegare alla console e l’altra alla scheda di acquisizione.

Registrare un gameplay da PC

Ora che abbiamo visto come acquisire un gameplay da console, vediamo come regolarci se giochiamo ai videogame con il PC. In questo caso, la procedura è molto più semplice, in quanto basterà scaricare ed utilizzare un programma per acquisire lo schermo.

Di questi programmi ne esistono veramente tanti, personalmente ve ne voglio consigliare 3.

Fraps

Il programma funziona solo su Windows ed è disponibile gratuitamente, ma con delle limitazioni temporali. Con la versione a pagamento, ovviamente, potete registrare tutti i video che volete. Fraps funziona con tutte le principali schede grafiche Nvidia e AMD ed ha una buona performance, ma forse l’output è un po’ troppo pesante, credo perché non utilizza codec di compressione, in moda da dare all’utente la massima qualità possibile per l’editing in post-produzione.

Camtasia

Considerato da molti come il programma più professionale per la registrazione di gameplay, videotutorial e situazioni similari.

C’è anche un’opzione per incorporare la registrazione della webcam e sovrapporla all’aria di registrazione in corso, anche se non mi sento di consigliare questa opzione perché molto spesso i due stream sono falsati.

Bandicam

Il programma è utilizzabile gratuitamente in trial per un periodo limitato, dopodiché va necessariamente acquistato. Secondo il mio personalissimo punto di vista è il migliore dei tre. Permette di catturare la webcam, l’audio dal microfono, acquisire screenshot e tante altre belle cosette.

Conclusioni

Oggi abbiamo visto come registrare un gameplay attraverso la maggior parte delle piattaforme esistenti sul mercato dei videogiochi. Abbiamo tralasciato Android e iOS che magari andremo a trattare con degli articoli dedicati.

A breve vedremo anche i programmi per editare i vostri video, per poi caricarli su YouTube, con una qualità che gli utenti apprezzeranno sicuramente.

Lascia un commento...è gratis...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *