L’evoluzione del Network Marketing

vecchia scuola network marketing

Ascolto sempre con piacere le storie dei veterani del Network Marketing, di quando il business si faceva su strada, quando non c’erano i cellulari e i distributori dovevano andare in giro con i gettoni in tasca per telefonare dalle cabine.

Da quel periodo la tecnologia ha fatto passi da gigante, adesso se vuoi parlare con un tuo cliente o collaboratore, non devi fare altro che tirare fuori dalla tasca il tuo smartphone.

La comunicazione si è evoluta, pensiamo solamente alle email, se devi dire qualcosa al collega gli mandi un messaggio di posta elettronica, veloce, semplice, non invasivo, la leggerà quando gli è più comodo. Abbiamo la messaggistica istantanea, la chat su facebook, skype, whatsapp, google talk, insomma il quadro penso che sia abbastanza chiaro.

Torniamo al Network Marketing, alla vecchia scuola, quali sono state le prime parole che la tua upline ti ha detto non appena sei entrato nel business ? “Fai una lista nomi di almeno 50 persone“. Perfetto, ti sei messo li, hai scritto il nome di tua sorella, tuo cugino, il vicino di casa, il collega, insomma le persone che conosci, che frequenti.

Sei andato da loro, usando le tecniche di approccio che ti hanno suggerito e le risposte sono state tutte negative, in una settimana la tua lista nomi non andava più bene neanche come carta igienica. La colpa è tua, non hai trasmesso entusiasmo, non hai mantenuto alta l’opportunità, sei un scansafatiche. Cazzate ! La verità è che alle tue conoscenze, del tuo bibitone, del tuo profumo, della tua opportunità, non importa assolutamente nulla ! Nel network bisogna farsi il culo, e questo la gente lo sa, tranquillo, non hai sbagliato niente, succede quasi a tutti.

A chi non succede ? A chi è già affermato, a chi fa l’imprenditore e conosce gente con la stessa mentalità, se ti dicono porta gente al prossimo meeting, non sentirti inadeguato, loro ragionano secondo il loro punto di vista, non c’è nulla di sbagliato.

Non ti sto dicendo di non fare la lista nomi, falla, provaci, non si può mai dire, magari nella testa di qualche tua conoscenza l’idea di aprirsi un’attività in parallelo ha già cominciato a farsi strada da tempo. Chiamali tutti e trai le tue conclusioni !

Probabilmente ti hanno detto che sparare nel mucchio su Internet non è la strada giusta, è successo? Perfetto, quanto c’è di vero in questa affermazione ? Io direi il 50%, ti ricordo che la comunicazione si è evoluta, mentre la vecchia scuola di marketing è rimasta a 20 anni fa. Ed è anche giusto! Loro hanno costruito un business nel corso del tempo e squadra che vince non si tocca.

Ma tu? Tu sei un pivello, non ti fila nessuno, dove puoi trovare nuovi contatti per proporti come sponsor. Hai due strade, o ti metti fuori i supermercati a fare finti sondaggi per raccogliere nominativi (passando per l’ennesimo rompiscatole) o sfruttare il web. Non sparando nel mucchio, questo no, ma lavorando con una strategia studiata a tavolino. Nei miei articoli precedenti ti ho già parlato di quanto è importante una presenza sul web, hai un tuo sito internet? Ci sei su Google+? Sai utilizzare un funnel di marketing?

Non cerchiamo contatti online : Facciamoci trovare da loro

contatti onlineL’obiettivo è che siano gli altri a cercare te, non il contrario! Quindi devi lavorare sulla tua immagine, sul tuo personal branding, dare un motivo alle persone per scegliere te ! Sembra un cane che si morde la coda, vero ?! Per avere successo devi mostrarti come un vincente… Quindi? Siamo al punto di partenza..

Beh non proprio, ora abbiamo le idee più chiare, dobbiamo lavorare sulla nostra immagine. Vai ai meeting, non abbandonare la vecchia scuola, segui le persone con più esperienza di te e porta la tua attività online, posta delle foto in cui sei vestito in giacca e cravatta mentre partecipi alla presentazione di turno. Lavora su questo materiale, porta l’accento sul tuo percorso, non sei un libro aperto, quando le persone troveranno traccia di te e vedranno che sei una persona seria, ti chiameranno, saranno più disposte a lasciare la loro mail. Dopo di che, si passerà a un incontro face to face, su skype magari, se il contatto è molto distante da te, oppure muovi il culo, prendi la macchina e lo raggiungi.

Ti ho accennato al funnel, il prossimo articolo che condividerò riguarda proprio questo, useremo una landing page, un autoresponder come Aweber e una campagna promozionale su Facebook Ads. Partendo da zero, il preventivo per questa operazione è di circa 45€.

Lascia un commento...è gratis...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *