Amway – La storia del Network Marketing

amway

Amway, fusione dei termini American e Way, che assieme significherebbero stile di vita americano, è un’azienda che nasce poco più di mezzo secolo fa.

I suoi fondatori, ovvero Rick DeVos e Jay Andel, si conoscevano fin dai tempi della scuola, e non appena terminati gli studi, cercarono di lasciare la loro impronta nel mondo della vendita diretta.

Il loro percorso inizialmente non è dei migliori: dopo aver aperto diversi stand di cibo, i due scopropno i prodotti della Nutrilite, grazie al cugino di DeVos, che diventa anche il loro sponsor. Questo lavoro però non piace ai due compari: vendere prodotti porta a porta infatti non rientra nella loro idea di business, e pertanto cercano di esplorare nuovi settori, come quello della vendita del legno: nasce dunque la Ja-Ri, l’azienda che successivamente cambierà nome in Amway.

DeVos e Andel capiscono che il commercializzare legno non rende abbastanza, e dunque danno una seconda possibilità alla Nutrilite, riuscendo stavolta ad ottenere discreti successi in termine di vendite, ottenendo circa cinquemila nuovi distributori che lavorano alle loro dipendenze.

I due soci, però, temono che il successo di Nutrilite possa terminare da un momento all’altro e assieme ad alcuni loro distributori, decidono di cambiare il nome all’azienda, trasformandola dunque in Amway, aggiungendo tantissimi altri prodotti, come quelli per la casa e per la cura della persona.

E nel 1959 dunque che nasce ufficialmente Amway, e diverse cose cambiarono nel corso degli anni: in primo luogo, Amway acquistò tutti i diritti della Nutrilite, diventando effettivamente i produttori, e di tantissimi altri prodotti, crescendo dal punto di vista finanziario ed espandendo i loro confini per quanto riguarda le vendite del prodotto.

Se inizialmente Amway vendeva i prodotti solo sul territorio statunitense, col passare degli anni anche il Canada, la Gran Bretagna, la Germania e altri Paesi europei e non, Italia compresa, vengono raggiunti senza difficoltà dalla fitta rete di vendite della Amway, che dunque riesce a divenire un vero simbolo per quanto riguarda le aziende distributrici di prodotti differenti.

L’arrivo di Amway in Italia

Amway arriva in Italia precisamente nel 1985, durante gli anni di massima espansione da parte dell’azienda sul suolo europeo: Amway però non arriva subito in Italia, dato che Germania, Francia e Gran Bretagna sono i Paesi dove tale azienda apre per prima la sede.

L’Italia arriva dunque in un secondo momento, ma il successo non è di certo inferiore rispetto a quello ottenuto negli altri Paesi ed anzi, in alcuni casi il grande impatto avuto da tale azienda sul suolo italiano è maggiore, tanto da spingere l’azienda a uniformarsi completamente alla nostra legislazione ed essere accettata tra i soci effettivi di Avedisco.

Attualmente, la sede principale di Amway in Italia è situata a Basiglio, in provincia di Milano, e conta oltre ventottomila collaboratori che, quotidianamente, vendono i tantissimi prodotti commercializzati da parte di questa grande azienda.

Che tipo di prodotti commercializza Amway?

Il fiore all’occhiello, seppur siano trascorsi più di cinquant’anni dalla sua nascita, restano sempre i prodotti della Nutrilite, ovvero i prodotti nutrizionali, i quali riescono ad essere quelli maggiormente apprezzati da parte dei clienti.

Ovviamente Amway ha lanciato anche la sua linea di prodotti che appartiene alla categoria nutrizionale, e sul suolo italiano ha deciso di produrre la sua gamma di pasta, come spaghetti e fusilli.

Oltre a questa categoria merciologica, Amway nel corso degli anni ha aggiunto altre categorie di prodotti, come quelli per la cura della persona: creme, dentifrici e tantissimi altri, come quelli per l’igiene personale, appartengono a questa categoria, molti dei quali prodotti direttamente dalla Amway stessa.

Si passa poi ai prodotti della pulizia per la casa, come detergenti per pavimenti, bucato e per i piatti, concludendo poi coi prodotti vari, non appartenenti a queste categorie, come nel caso delle magliette, braccialetti e tanti altri.

Prodotti Amway

Si può dunque sostenere facilmente che la Amway non abbia mai perso tempo ed anzi, seppur abbia ottenuto un grandissimo successo con la linea nutrizionale, ha deciso di aggiungere altri tipi di prodotti, in maniera tale da consolidare la sua presenza all’interno del mercato mondiale.

Il piano marketing di Amway

Il piano marketing è molto semplice, e prevede qualche piccolo costo da sostenere: il primo è di sette euro, e riguarda il primo kit d’avvio, che contiene il catalogo di tutti i prodotti, con tanto di listino prezzi, le informazioni sull’azienda e uno sconto del 15% sul primo ordine.

Il secondo kit invece, al contrario del primo che viene inviato dallo sponsor, sarà spedito direttamente dall’azienda, al costo di quaranta euro, e il nuovo distributore riceverà una valigetta per i prodotti e tutte le brochure, nonché tre guide. Si otterranno poi diversi sconti sugli ordini, in base alla spesa totale.

I guadagni sono diversi: si parla di una provvigione che varia dal 3% fino al 21% sulle vendite totali che si effettuano, quindi maggiori saranno le vendite, maggiori saranno i guadagni.

Ogni prodotto genererà dei punti: con duecento punti mensili, le provvigioni saranno al 3%, con seicento del 3%, con milleduecento del 9% fino al massimo di diecimila punti, con provvigione al 23%.

Inoltre, sarà possibile ottenere un guadagno anche sulle vendite della propria rete: maggiori saranno i ricavi generati dai collaboratori che vengono sponsorizzati, maggiori saranno i guadagni che si otterranno da essi.

Lascia un commento...è gratis...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *