I migliori network di affiliazione

le migliori affiliazioni

Al giorno d’oggi, le affiliazioni rappresentano un metodo di guadagno interessante che permette alle persone di monetizzare il traffico di un sito internet in maniera semplice, veloce ed efficace.

Sul web esistono tantissimi network di affiliazione, esteri e italiani, ma solo alcuni risultano essere veramente validi e soprattutto paganti.

Inoltre, l’affiliato, quando si iscrive in questi network, non è vincolato con esso: potrà infatti collaborare con diversi altri servizi simili e incrementare ulteriormente i guadagni.

Nel corso della mia attività online ho provato molti network di affiliazione, il primo sul quale mi sono iscritto è stato SprinTrade, che vedevo molto pubblicizzato su forum del settore, mi scartarono il sito web che avevo allora, poi recentemente ho provato a rifare l’iscrizione per NetworkTrading, dalle statistiche di Analytics ho notato una visita partita dal loro url di amministrazione, ma non ho ricevuto neanche la sterile e-mail di partnership negata. Scusate la divagazione, ma il sassolino dalla scarpa me lo dovevo togliere 😉

Adesso vediamo quali sono i programmi di affiliazione che meritano il nostro tempo, non citerò Adsense, che è un gigante e non ha certo bisogno di presentazioni, ma programmi meno noti ma di tutto rispetto.

Tradetracker

Il primo network di affiliazione che merita di entrare a far parte di questa piccola lista è Tradetracker, nato in Olanda circa dieci anni fa, e nel corso della sua storia è riuscita a imporsi sul web, come uno dei colossi nel settore dell’Affiliate Marketing.

Sono infatti centinaia le persone che sfruttano questo network, che ha permesso a tantissime aziende di aumentare il proprio fatturato e a altrettanti webmaster di guadagnare cifre interessanti con le tante affiliazioni presenti nel portale.

Gli inserzionisti di Tradetracker premiano gli affiliati con due tipologie di affiliazione :

  • PPL (Pay per Lead) – Ogni volta che un utente, arrivato sul sito dell’inserzionista attraverso un nostro banner, lascerà il suo contatto per chiedere un preventivo, richiedere maggiori informazioni o quant’altro, a noi che abbiamo trovato un potenziale cliente, verrà riconosciuta una piccola somma, di solito fissa. I guadagni possono variare dai 0,15 € fino a 15 €, dipende dal budget che l’azienda ha disposizione. Settori tipici che utilizzano questa forma di affiliazione sono quelli relativi al mondo dell’economia, assicurazioni, banche, broker.
  • Pay per Sales – Il miglior modo per guadagnare è vendere, questa tipologia di affiliazione ci porta un guadagno in percentuale (nel maggior parte dei casi) sulle vendite generate attraverso il materiale pubblicitario sul nostro sito. Vendere non è facile, attenzione, la gente su internet compra nei portali, Ebay, Amazon, Subito, non sui blog, per cui sono richieste competenze di web marketing molto elevate, copywriting per “convincere” il lettore, grafica per dare l’idea di un ambiente professionale, SEO per avere più visitatori e altre skills correlate

I pagamenti vengono effettuati ogni mese: se un affiliato raggiunge la soglia minima di cinquanta euro tra il quindici ed il venticinque, si potrà richiedere il pagamento, che avverrà tramite Paypal, oppure tramite bonifico bancario.

Zanox

zanoxUn po’ lenti nel gestire le richieste di adesione alle campagne pubblicitarie, ma sicuramente è uno dei migliori network del settore. Con sede in Germania, Zanox è stata fondata nell’anno 2000; l’attuale amministratore delegato è Mark Walters, il direttore operativo invece è Adam Ross, mentre il direttore delle tecnologie è Peter Loveday.

Nel 2013, l’azienda Zanox ha fatturato circa 480 milioni di euro.

Il pannello di controllo è molto articolato, estremamente professionale e può spaventare le prime volte che viene aperto. Ogni affiliato dovrà completare il proprio profilo, comprensivo di foto, esperienze passate, titolo di studio, insomma una sorta di curriculum, una cosa che non ho visto da nessun’altra parte.

Le tipologie di affiliazione sono le classiche : Pay per click, pay per lead e pay per sale, con commissioni variabili a seconda della campagna pubblicitaria sottoscritta. Molto interessante è il fatto che per ogni programma vi è una presentazione dell’azienda da promuovere e l’obiettivo che la pubblicità dovrà soddisfare, molto utile per fare del search marketing di qualità targettizzato per la nicchia dei potenziali clienti che ricercano informazioni sui motori di ricerca.

Una volta raggiunti i 25 € di commissione, si potrà richiedere il pagamento, che avverrà attraverso bonifico bancario.

Tradedoubler

Un altro validissimo network di affiliazione è Tradedoubler, società nata nel 1999 con sede a Stoccolma. Le campagne disponibili sono veramente tante, forse addirittura troppe, con il rischio di perdersi all’interno del pannello di amministrazione.

Le modalità di affiliazione sono le stesse che abbiamo visto fino adesso, con i classici formati dei banner, inoltre sono presenti dei tool per inserire della pubblicità contestuale all’interno del nostro sito web o in alternativa è possibile creare dei circuiti di rotazione, dove comparirono le pubblicità dei programmi che abbiamo sottoscritto.

Il payout è impostato sulla soglia di 50 €, con pagamento attraverso bonifico bancario.

JuiceADV

Questa realtà, seppur giovane, è in grado di offrire agli affiliati il giusto metodo per poter ottenere un guadagno che sia costante e sostanziale, attraverso diverse metodologie di affiliazione.

In molti la definiscono come l’alternativa ad Adsense, quando si viene bannati da Google, la prima possibilità è proprio JuiceADV, ma purtroppo ci sono dei requisiti minimi per essere accettati :

  • 1500 visitatori unici al giorno
  • 150000 pagine viste al mese

Sono esclusi a priori i domini di terzo livello e siti con contenuti poco interessanti o non originali, ma questo è ovvio.

Come Adsense il CPC del banner è variabile, si parte da 0,25 € fino a un massimo di 4 €. Anche i formati dei banner sono quelli classici di Google, con l’aggiunta di alcune pubblicità più invasive, ma sicuramente che offrono conversioni maggiori.

Una sua prerogativa è il contextual adv, ossia la creazione di link automatici (collegati a delle pubblicità) che lo script collegherà alle parole chiave contenute all’interno dei vostri articoli. Ogni click generà un guadagno variabile tra i 2 e i 15 centesimi.

Abbiamo poi campagne Pay per sale e pay per lead, e campagne DEM, ma se non avete una newsletter di almeno 50.000 contatti, non ci pensate neanche.

Il pagamento avviene ogni mese, tramite bonifico bancario.

JuiceADV attualmente fa parte del gruppo rappresentato da Triboo Media, con sede a Milano, che conta tantissimi altri tipi di siti e servizi, come ad esempio la piattaforma di Leonardo, che offre delle notizie fresche e sempre aggiornate ai suoi tanti lettori.

Lascia un commento...è gratis...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *