Trasferire dominio e hosting

trasferimento dominio

Il più delle volte, quando mettiamo online un nuovo progetto, scegliamo un hosting economico, per valutare, senza eccessive spese, il potenziale impatto con il pubblico.

Quando le visite cominciano ad arrivare, ci si rende conto di avere a disposizione una macchina poco performante per soddisfare la crescente richiesta di traffico. A questo punto si rende necessario un cambio di hosting.

Cambiare hosting può spaventare all’inizio, la paura più grande è quella di fare casino e perdere la visibilità acquisita. Certo, qualche problema si potrebbe verificare, ma in linea di massima, niente di così tremendo.

Le possibilità che abbiamo di fronte sono due: acquistare solo un nuovo hosting e lasciare il dominio al vecchio provider, andando poi a cambiare i DSN, oppure fare una migrazione completa cambiando sia hosting che dominio.

Qualche tempo fa ho trasferito il mio blog da Aruba a Siteground, quindi sono fresco di procedura e voglio condividerla con te.

Operazioni preliminari

La prima cosa che dobbiamo fare è aprire un ticket presso l’assistenza dell’attuale provider e richiedere il codice di autorizzazione anche detto il EPP o Auth Code.

Nel frattempo che l’assistenza ci avrà risposto, facciamo un bel backup sia del database che dei files ospitati sul server. Per scaricare le pagine dal server puoi usare Filezilla, mentre il backup del database non ha bisogno di alcun software.

Entriamo nel pannello di controllo dell’hosting e colleghiamoci su phpMyAdmin. Selezioniamo il database e clicchiamo sul pulsante con la dicitura Esporta, collocato al di sopra delle tabelle.

esportare database

Nella finestra successiva lasciare selezionato metodo rapido e formato sql. Cliccare su Esegui e salvare il file generato.

Acquisto nuovo hosting

Quando abbiamo in mano il nostro codice di autorizzazione, possiamo acquistare l’hosting dal nuovo provider. Non acquistiamo il dominio perché ne siamo già in possesso. A questo punto, tante società vogliono sapere qual è il nome del dominio che vogliamo trasferire. Se lo chiedono, inseriamolo nell’apposito campo.

Faranno un controllo per vedere che non esista un blocco e se tutto è ok si potrà procedere. Siteground è meno rigida, si seleziona il pacchetto hosting e si sceglie di trasferire un qualsiasi dominio in seguito.

Configurazione nuovo database

Accediamo nostro nuovo pannello di controllo e creiamo il database sul quale dobbiamo importare il file sql che abbiamo salvato nei giorni precedenti. L’operazione è molto semplice, in alto c’è il pulsante Importa, si seleziona il file e si lancia l’importazione.

Ora bisogna modificare il file di configurazione del nostro CMS. Riferendoci a WordPress, con il blocco noto apriamo il file wp-config.php e cambiamo i valori delle variabili che il programma usa per collegarsi al database.

Salviamo il file modificato e apriamo Filezilla. Carichiamo tutti i files sul nuovo hosting e aspettiamo il completamento del processo.

Trasferimento dominio

A questo punto se abbiamo deciso di cambiare anche il dominio, nel pannello riservato ai clienti di Siteground, scorriamo la finestra principale fino alla voce External Domains e clicchiamo sul pulsante Transfer.

trasferimento dominio su siteground

Dichiariamo di essere già in possesso del dominio e inseriamo l’Auth Code. Controlliamo che nel riepilogo, la mail sulla quale saremo contattati e assicuriamoci di averci realmente accesso.

Paghiamo il trasferimento del dominio, una spesa che si aggira intorno ai € 12 e andiamo a controllare la nostra casella di posta, dove avremo ricevuto una mail in cui ci chiedono se siamo realmente noi i titolari di quel dominio e che vogliamo realmente fare il trasferimento. Autorizziamo il trasferimento e inseriamo di nuovo il codice EPP.

La procedura sarà completata nell’arco di qualche giorno, loro dichiarano sette giorni, ma dalle testimonianze che ho trovato in rete, il tempo di elaborazione sembrerebbe molto inferiore.

Sarebbe buona regola inserire qualche tipo di avviso sul vecchio blog per avvisare i visitatori che è in corso il trasferimento del blog sul nuovo hosting, per cui si potrebbero verificare dei problemi che saranno risolti nel più breve tempo possibile.

6 opinioni su Trasferire dominio e hosting

  1. 3 anni fa

    Ciao, ottima guida! Si io ho trasferito un dominio da un hosting a SiteGround e devo dire molto veloce, ci sono voluti circa 7 giorni per completare il tutto, ricordarsi sempre di aggiornare i dns con quelli nuovi, non te lo fanno in automatico.

    Altra cosa se utilizzate webmail, ricordarsi di fare un back-up totale delle email e scaricarle sul computer, perché verranno perse e non più accessibili online essendo salvate nel vecchio hosting.

    SiteGround.com inoltre offre il trasferimento gratuito, nel senso se il tuo sito pesa meno di 1 giga, puoi tranquillamente stare in bar a bere una birra, che loro fanno tutto per te.

    1. Luca Terribili
      3 anni fa

      Grazie mille Davide per l’aggiunta d’informazioni 😉

  2. Marcello Migliorini
    3 anni fa

    Ciao, senti io ho un blog su wordpress.com, ho acquistato il dominio di secondo livello, ma mi sono accorto di aver fatto una cazzata che mi manca un sacco di roba. Volevo trasferirmi su Aruba, ma cercando su google la procedura sono finito qui. Tu parli di Siteground, ma com’è? Quanto costa all’anno? Mi seguono se dovessi avere problemi con la migrazione ?

    1. Luca Terribili
      3 anni fa

      Ciao Marcello, in rete trovi un sacco di recensioni positive su Siteground, anche perchè mettono a disposizione un sistema di affiliazione che premia gli utenti con sconti sull’affitto dell’hosting. Nonostante questo, a mio avviso rimane il miglior hosting sul mercato. Io la procedura lo fatta da solo, però se non ricordo male, per siti sotto un certo livelli di MB, la procedura sia automatica e gratuita. Credo, eh!

  3. 2 anni fa

    Qualcuno si è trasferito da hosting Tiscali a siteground? È complicato? Grazie

Lascia un commento...è gratis...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *