Tempi difficili per chi cerca lavoro

lavorare con internet

È dura ammetterlo, ma nonostante le continue promesse dei nostri politici, il sistema lavorativo in Italia non offre soluzioni alla persistente crisi economica che ci attanaglia ormai da cinque anni. Facciamo una rapida cronologia degli eventi che ci hanno portato in questa situazione. Negli Stati Uniti, a partire dal 2003 abbiamo quella che è definita la bolla immobiliare, un rapido aumento dei prezzi degli immobili che arrivano a livelli insostenibili per il reddito della classe media.

Le politiche delle banche centrali, in primo luogo la FED, che favorirono il basso costo del denaro, incentivando una rapida concessione di credito alle famiglie, che furono spinte a contrarre prestiti per alimentare i propri consumi. I mutui venivano concessi con una facilità pericolosissima, e infatti a partire dal 2006, i debitori cominciarono a essere insolventi a causa del rialzo dei tassi d’interesse. Cominciano a fallire le prime banche commerciali, gli altri istituti, per sopravvivenza, decidono di congelare i propri fondi di investimento, negando gli investitori i profitti derivati. Questa crisi finanziaria raggiunge facilmente gran parte del mondo occidentale. Gli Stati sovrani cominciamo essere insolventi nei confronti delle imprese, che non riescono più a fare fronte ai costi di gestione, vedendosi negato anche l’accesso al credito di un sistema bancario ormai barcollante.

Il resto lo conosciamo bene, licenziamenti, suicidi, aumento della pressione fiscale, austerity.

Comincia la fine del sistema lavorativo tradizionale! I nostri governi che si sono succeduti in questi ultimi anni, ci fanno promesse, l’anno prossimo comincerà la ripresa. Ma con quali mezzi? Io non ci credo, abbiamo un sistema industriale in prognosi riservata, qualsiasi attività produttiva viene contestata in difesa d’interessi locali, per carità a volte leciti, ma il quadro resta sempre drammatico.

Non conosco la vostra situazione economica né tantomeno quella lavorativa, ma io sono rimasto scottato dal mondo del lavoro. Contratti a progetto, a tempo determinato, a somministrazione, e chi più ne ha più ne metta, per cui sono cresciuto in un ambiente che non offre nessuna garanzia.

Anche adesso vedo aggiornamenti di Facebook, in cui le persone riportano le loro disavventure lavorative. Trovare lavoro è un’impresa,  i ruoli che ricercano le aziende sono incomprensibili, non si capisce a chi si stanno rivolgendo. Io cerco di aiutare queste persone in difficoltà, mostrandogli che esiste un’alternativa, ma in molti casi c’è sempre la diffidenza, la paura che stia cercando di fregargli.

Lo capisco benissimo, ci sono passato anche io, proprio per questo mi sento in diritto di affermare che prima ci mettiamo in testa che il mondo del lavoro è cambiato, prima riusciremo a migliorare la nostra condizione finanziaria.

Lavorare da casa con Internet, un’utopia ?

Esistono dei settori che non conoscono la crisi, uno di questi è Internet. Si dice che le aziende licenziano mentre il web assume. Niente di più giusto! Bassi costi di gestione, un dominio costa poco più di 30€ l’anno, campagne promozionali sui social network sono veramente alla portata di tutte le tasche. Se poi abbiamo dei capitali a disposizione il discorso è ancora più interessante, si può fare veramente un bel lavoro.

Personalmente ho adottato una triplice formula, network marketing, affiliazioni con aziende e trading. Guadagnare, promuovere e investire! La partenza è stata in salita, non lo nego, ma dopo 5 mesi i risultati cominciano a farsi vedere.

Con questo non voglio dire che gli argomenti trattati in questo sito siano alla portata di tutti, assolutamente. Bisogna avere un minimo d’interesse per queste attività, ma credo che tutti noi abbiamo delle passioni, lavorare con i propri interessi credo che sia lo scopo di ogni essere umano. Un po’ d’intraprendenza e qualche conoscenza tecnica sono i requisiti minimi per partire.

Ma con un lavoro tradizionale il 27 ho la certezza di ricevere la mia busta paga!

Questo era vero fino a qualche anno fa, guardando i telegiornali non capiamo che i casi dei dipendenti dell’azienda X che non ricevono lo stipendio da 5-6 mesi non sta succedendo su Marte, ma a casa nostra. Le garanzie non esistono più!

La scelta è semplice, puoi aspettare e cercare il lavoro ideale, che non arriverà mai, oppure iniziare una tua attività, tenendo presente la condizione economica generale, la nicchia di mercato che vorresti andare a coprire e la tua propensione al rischio.

Che sia network marketing, trading o web marketing, studia la situazione prima di agire, pianifica bene le azioni da compiere e confrontati con altre persone che sono già dentro questi discorsi.

Il web è pieno di spazzatura, scegli bene e se hai dei dubbi, a disposizione.

Ciao

Luca

Lascia un commento...è gratis...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *