Strategia di Trading con le Pin Bar

Trading con le candele Pinocchio

La strategia di trading che sfrutta la formazione di candele Pin, rappresenta uno dei segnali Forex più semplici da individuare e allo stesso vanta una delle percentuali più alte di successo nel panorama del Trading online.

Il segnale può essere ricercato su qualsiasi timeframe, anche se sul grafico giornaliero o addirittura settimanale abbiamo sicuramente più probabilità di andare in profitto, in quanto la candela Pin deve trovarsi nei pressi di un livello sentito dal mercato, ed è evidente come i supporti e le resistenze dei timeframe superiori siano maggiormente sentiti dalla comunità dei traders.

La candela Pin mente sapendo di mentire

Abbiamo già trattato in precedenza questa tipologia di candlestick, precisamente nell’articolo relativo ai segnali Forex d’inversione, anche se all’epoca abbiamo usato due denominazioni differenti : Hammer per il segnale rialzista e Shooting Star per il suo equivalente bearish. Entrambe le candele sono Pin, l’elemento caratterizzante è la lunga estensione, l’ombra della candela, di gran lunga superiore al corpo centrale.

Per questa sua particolare conformazione viene appunto chiamata Pinocchio, abbreviato in Pin. A maggior ragione, oltre al naso lungo, la Pin da una falsa indicazione sul mercato, che ingannerebbe il trader se questi non usasse il grafico a candele giapponesi. La lunga ombra mostra la direzionalità del prezzo, ma come abbiamo imparato nell’articolo relativo alla candele giapponesi, dobbiamo considerare maggiormente i prezzi di apertura e chiusura.

Mai prescindere dai livelli statici

Non tutte le candele con una lunga estensione sono Pin, per individuare il segnale, dobbiamo capire se ci troviamo nei pressi di un livello importante per il mercato, altrimenti rischiano seriamente di prendere una cantonata. Per cui sempre priorità ai supporti e alle resistenze e nei pressi di questi andiamo a cercare eventuali segnali operativi.

Nell’esempio che segue vediamo il grafico giornaliero del cambio AUD/JPY, dove ci si presenta un segnale rialzista da manuale : Siamo nei pressi di un supporto importante, il prezzo tenta di scendere ulteriormente ma la forza dei compratori si fa sentire, andando a disegnare una Pin perfetta.

Siamo di fronte a un segnale rialzista, a tal fine non è importante il colore della Pin, poteva anche essere blu, ma grazie alla price action sappiamo che dobbiamo entrare in acquisto di dollari australiani.

Esempio di candela Pin

Livelli di entrata – A voi la scelta

Adesso che abbiamo visto quando e dove entrare, occupiamoci del come ! In linea di massima non c’è una regola prestabilita, qui entra in gioco la mentalità del trader, un approccio più prudente potrebbe preferire un ordine stop entry, con un livello di entrata collocato al di sopra della candela che precede la Pin.

Il trader che invece ricerca un miglioramento del rapporto rischio / rendimento, potrebbe inserire uno stop limit, su un livello compreso tra il 25% e il 50% del range della Pin. Molto spesso questo segnale è seguito da un ritracciamento, quindi potrebbe essere una buona strategia. La terza soluzione prevede un ordine OCO, combinando le due soluzioni precedenti.

strategia di trading con le pin bar

Take profit e Stop Loss

Partiamo dallo stop loss, per considerare invalidato il segnale, il prezzo deve uscire dal range della Pin, andremo a collocare il nostro stop loss al di sotto dell’ombra inferiore. Ne consegue che una Pin con una lunga estensione può portare a una grossa perdita di pips, in caso di mercato avverso, in quei casi dovrebbe essere opportuno limitare il numero di contratti negoziati o diminuire la leva, ma questo riguarda sempre il money management e ognuno è responsabile delle proprie azioni.

Per quanto riguarda il take profit dobbiamo sempre ricercare un rapporto rischio / rendimento 1:2, o superiore, per cui partendo dal livello in cui abbiamo collocato lo stop loss ricerchiamo un profitto doppio, sempre considerando i livelli statici, per cui prima di andare a mercato considerate bene se l’operazione è conveniente.

Lascia un commento...è gratis...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *