Il Forex è rischioso?

Rischiare nel forex

Molti utenti mi chiedono se fare trading nel mercato Forex è rischioso. Ebbene, la risposta non può che essere positiva. Il rischio è il fattore caratterizzante di ogni investimento, maggiore è il rendimento e maggiore è il rischio connesso. Vi ricordate nel 2012 di quanto era salito lo spread ? Per chi non lo sapesse lo spread è il differenziale di rendimento tra il BTP italiano e il BUND tedesco.

Una salita dello spread indica che il rendimento dei BTP è più alto, quindi un maggiore interesse per l’investitore, ma anche un maggior rischio, in quel caso il rischio era il default dell’Italia.

Tornando al Forex, è innegabile che ogni operazione comporta la possibilità di perdere la quota di capitale “messa sul piatto”, possiamo effettuare l’analisi più corretta possibile, ma poi il mercato fa quello che vuole. Quindi la prima regola da seguire, per ridurre il rischio, è investire una piccola parte del capitale, di modo da avere una buona tolleranza per far fronte ai periodi negativi, inevitabili.

Questo è quello che tecnicamente si chiama Money Management, la gestione del capitale. Entrare in operazione con la prospettiva di un guadagno doppio rispetto alla eventuale perdita. In questo modo le operazioni che andranno in stop loss saranno compensate dalle prese di profitto. Ecco perché io sarò sempre contrario alle opzioni binarie, che tanto vanno di moda in questo periodo, dove il profitto è stabilito al momento della stipulazione del contratto (non oltre l’80% dell’investimento).

Perdere soldi nel Forex

perdere soldi forexUn’altra domanda che mi fanno spesso è se c’è il rischio di contrarre debiti facendo del trading. La domanda può essere mal interpretata, se una persona presa dai primi eventuali primi profitti, si facesse prendere dall’idea di diventare miliardario, se solo avesse a disposizione dei capitali maggiori, allora si, c’è la possibilità d’indebitarsi e sprofondare nel lastrico. Ma il senso della questione, è se un’operazione storta, può portare a un saldo negativo, superiore a quanto abbiamo depositato.

No, ragazzi, il capitale depositato presso il broker non può andare in negativo. Se il mercato vi si è ritorto contro, il broker prima vi avvertirà che il vostro saldo è a fortissimo rischio (margin call), dopo di che, raggiunta una certa percentuale sulla disponibilità, il broker chiuderà automaticamente le posizioni aperte (Stop Out Level), per cui, no, non si possono contrarre debiti, il deposito sarà l’unica cifra che perderete.

Vi sto dicendo queste cose perchè molta gente entra nel mercato convinta di poter fare facili guadagni, contando sulla fortuna, oppure sulla facilità con cui viene dipinto il Forex nelle varie pubblicità che si vedono in giro. Per cui quando qualcuno vi dice che il Forex sono come le scommesse o che il 90% dei traders è in perdita, non ascoltatelo. La verità è che il 90% delle persone che si sono improvvisate traders è andato bruciarsi il capitale in meno di un mese. C’è una selezione naturale del settore, ed è giusto che sia così.

Attenzione ai Broker poco affidabili

Passiamo a un altro rischio, il broker. E si, la scelta del broker deve essere fatta con attenzione. Ci sono i truffatori, quelli che non vi ridaranno indietro i soldi e poi ci sono anche quelli più subdoli, che mandano le operazioni in perdita sparando degli spike che non rispecchiano l’andamento del mercato. Per un trader che si lamenta e fa presente il problema, gli altri 99 tirano giù una parolaccia e vanno avanti.

Per cui, affidatevi a realtà consolidate, valutate bene le opionioni in rete, scegliete un broker che non disponga di metodi di deposito/prelievo particolari, a parte il classico bonifico bancario e le carte di credito, io considero affidabili come processori di pagamento per il trading, Paypal, Skrill e Neteller. Fate il vostro deposito e cominciate a studiare. Potete anche seguire un trader professionista che, a pagamento, vi mostrerà la sua operatività con le relative spiegazioni. Ci sono anche i forum, dove scambiarsi idee e possibilità operative. Comunque cerchiamo di essere positivi, c’è anche un altro rischio, quello di avere profitti interessanti.

Lascia un commento...è gratis...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *