Che cos’è lo Scalping ?

scalping

Lo Scalping è una modalità di trading puramente speculativa a brevissimo termine, molto popolare tra gli operatori professionisti.

Si tratta della modalità di negoziazione più breve, e la sua denominazione è dovuta al fatto che si cerca di fare tanti piccoli profitti durante la seduta, da non confondere con l’intraday che ha un orizzonte temporale giornaliero.

Le caratteristiche principali dello scalping sono : molte operazioni al giorno, take profit e stop loss relativamente stretti e una bassa esposizione al rischio. Sembrerebbe l’operatività perfetta…in realtà in pochi riescono a rimanere profittevoli sul lungo periodo, al di la dello stress, che vedremo in seguito, lo scalper passa la giornata a leggere i grafici delle principali coppie valutarie, come un falco che segue la preda, aspettando il momento giusto per colpire.

Si opera esclusivamente sulle majors, dove la liquidità è maggiore e gli spreads sono bassi. Ovviamente più c’è volatilità sulla coppia valutaria e più possibilità operative si presentano allo scalper, ragion per cui le valute dove operano principalmente gli scalper sono EUR/USD, USD/JPY e GBP/USD. In alcuni momenti della giornata, gli operatori più esperti operano anche sui cambi più liquidi che non coinvolgono il dollaro americano, i cosiddetti cross, come ad esempio EUR/GBP, EUR/JPY e GBP/JPY. Oltre al fattore liquidità, bisogna considerare anche gli spread applicati, che devono essere molto bassi: con un broker che ha costi di commissione e spreads non competitivi, si rischia d’invalidare i piccoli profitti di ogni singola operazione, basti pensare che la maggior parte delle tecniche di scalping portano a una media di 5 pips di guadagno, se il broker applica degli spread superiori ai 3 pips, si farà molto lavoro per nulla.

Tecniche di scalping

L’entrata a mercato non può che essere perfetta, i traders devono essere in grado di entrare e uscire dal mercato nel minor tempo possibile, evitando i momenti di latenza. Quando si verifica la possibilità operativa, non si può perdere tempo a confermare i click, perché nel frattempo il prezzo sarà inevitabilmente cambiato, invalidando il possibile profitto. Se si opera con MetaTrader, è altamente consigliato di abilitare lo strumento One Click Trading, accettarne le condizioni e impostare il volume predefinito dei contratti da negoziare.

La maggior parte delle tecniche di scalping si basano sull’analisi tecnica e possiamo distinguerle in discrezionali e di sistema. Gli scalper che adottano la prima tipologia di strategia prendono decisioni in tempo reale, molto rapidamente, mentre un sistema di scalping segue un preciso piano di trading, entrando a mercato secondo le regole stabilite al suo interno.

Alcuni fanno uso degli indicatori tecnici di tipo leading , perchè forniscono il segnale prima che si verifichi un’inversione di trend, come ad esempio l’oscillatore stocastico, l’indice di forza relativa (RSI) e l’ Average Directional Index (ADX). I più esperti, possono visualizzare due o più timeframe superiori, in questo modo s’identificano meglio le aree di supporto e resistenza.

Il trading ad alta frequenza, soprattutto se non discrezionale, richiede molta disciplina, bisogna prendere posizione senza esitazioni e non mettendo mai in discussione la strategia e le posizioni aperte. Tuttavia è richiesta anche una certa flessibilità nel riconoscere un trade che non sta andando come previsto e intervenire per correggere la situazione o limitare la perdita.

Orizzontale temporale di uno scalper

stress da scalpingDipende… Ci sono alcuni traders che operano sul grafico a cinque minuti e fanno quatto o cinque operazioni al giorno, con una durata media di 30 minuti ciascuna.

La maggior parte, comunque, opera sul timeframe a cinque minuti e a fine giornata possono aver fatto anche 200 operazioni, con una durata media di due minuti…il tempo di rifiatare e si entra di nuovo a mercato…

Non tutti sono adatti a questo tipologia di trading; lo scalping richiede freddezza, rapidità e soprattutto una buona resistenza allo stress. Tempo fa un trader professionista mi raccontava di quando ha lavorato per una SIM e di una grande Trading Room con decine di postazioni occupate da scalpers che operano su timeframe molto stretti per 8 ore al giorno. Nella struttura era prevista una sala di decompressione, dove i traders si rilassavano e per quelli che risentivano di più dallo stress c’era la possibilità d’incontrare uno psicologo.

Errori comuni legati allo stop loss

Solitamente si è portati a pensare che lo scalping non preveda l’utilizzo dello stop loss, fino a quando non è troppo tardi…A maggior ragione, su timeframe molto stretti il mercato è imprevedibile e si possono verificare movimenti molto ampi con conseguenze devastanti. Il problema è facilmente risolvibile impostando un punto d’arresto, determinando un livello massimo o minimo nel grafico.

Considerano il fatto che non c’è molto tempo per ragionare sui livelli chiave, alcuni scalper preferiscono impostare automaticamente uno stop loss fisso, di solito settato sulla metà del profitto medio generato dalle loro operazioni.

Un problema dello scalping è il pericolo di cadere nella trappola del “tutto o niente”; l’obiettivo di ogni singola sessione è portare a casa un profitto, che come abbiamo detto è il risultato di tantissime operazioni al giorno. Ovviamente le perdite non mancano, se uno scalper reagisce male dopo aver preso uno stop loss, può cominciare a prendere decisioni offuscate dall’emotività, con il risultato di aumentare il rischio fino alla perdita totale del capitale.

Scegliere lo scalping come modalità di trading ?

Tempo fa sul forum del broker FXCM, quando mi sono presentato un altro utente mi ha accolto con una frase che mi è rimasta impresa : “Il trading è come un paio di jeans, se ti stanno stretti…si cambiano”. Se tu sei un trader che utilizza il grafico daily e prima di aprire una posizione passi molto tempo ad esaminare la price action della coppia valutaria, la correlazione con altri strumenti finanziari e butti sempre un occhio al calendario economico, probabilmente non sei adatto per passare allo scalping. Tuttavia se il dover aspettare il verificarsi di un segnale operativo per giorni e giorni, puoi considerare anche la possibilità di provare su un conto demo il trading ad alta frequenza.

Lo scalping affascina perché promette, azione, suspense e gratificazione immediata. Molte persone sono attratte dalla possibilità di ottenere profitti considerevoli (ci riferiamo sempre in relazione al capitale investito) in un’unica giornata di negoziazione. Deve essere chiaro che non è facile e c’è poco margine di errore, ecco perché è necessario testare la propria attitudine allo scalping in un ambiente virtuale.

Lascia un commento...è gratis...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *