Cos’è l’analisi fondamentale?

analisi fondamentale forex

I traders che operano nel mercato Forex utilizzano essenzialmente due metodologie. Dell’analisi tecnica abbiamo già parlato, oggi vedremo l’analisi fondamentale, basata su considerazioni sostanziali di uno strumento finanziario.

Utilizzando questa disciplina, si cerca di tradare assets ritenuti al di sotto del loro reale valore, con la previsione che un market mover ne aumenti il valore.

Per analisi fondamentale intendiamo lo studio di tutti gli elementi politici, sociali ed economici che vanno a determinare il prezzo di uno strumento finanziario, con la finalità di una previsione sulle future quotazioni del dato asset.

L’analisi fondamentale trova un riscontro migliore nel mercato azionario. In quel determinato ambito si cercano informazioni sullo stato di salute di un’azienda, per valutare quale potrebbe essere lo scenario sul mercato. Nel Forex il concetto non è facilmente applicabile.

I soggetti che operano nel mercato valutario sono migliaia, conoscere i bilanci di tutte le aziende al suo interno è impossibile. Considerando che il valore di una valuta, riflette la politica monetaria di una nazione, l’aspetto su cui prestare attenzione consiste nei tassi d’interesse.

Se i tassi di interesse si muovono verso l’alto, gli investitori hanno un maggiore incentivo a investire i loro capitali. Nel caso di un taglio dei tassi di interesse gli investitori cercheranno opportunità più remunerative.

Questa relazione è il cuore della macroeconomia. La decisione di aumentare o diminuire i tassi può avere impatti anche sulle alte economie. Facciamo un esempio , se la Banca Centrale d’Inghilterra decide d’incrementare i tassi di 25 punti base, una grande compagnia americana potrebbe spostare i propri capitali acquistando sterline. Si posso anche acquistare titoli finanziari inglesi, contando sul fatto che un tasso d’interesse più alto è il maggior indice di fiducia verso un’economia. Quindi altri investitori arriveranno sul mercato, ci sarà una maggiore liquidità e più richiesta di titoli, con relativo aumento dei prezzi e dei rendimenti.

Purtroppo le banche centrali non ci vengono a dire come e quando cambieranno la propria politica monetaria. Chi segue il Forex sa che a cadenze regolari ci sono voci e indiscrezioni sulla BCE e la FED, che raramente trovano un reale riscontro. Gli stessi governatori delle Banche Centrali, durante le conferenze stampa, si tengono vaghi, alludendo sempre a interventi quando determinate situazioni economiche saranno più congeniali.

Alcune volte però si hanno riscontri più forti e alla dichiarazione fa seguito un intervento reale. Come c’insegna l’analisi tecnica, il mercato sconta tutto, per cui una volta esaurito l’impatto dovuto alla modifica della politica monetaria, i prezzi torneranno a muoversi secondo logiche più comprensibili. Ne consegue che sfruttando l’analisi fondamentale, i profitti si generano prima del reale intervento. Questo particolare approccio viene riassunto con il detto “buy the rumors, sell the news”.

L’analisi fondamentale è utile?

mario draghiSu internet troviamo molti siti che dispensano consigli, previsioni, riflessioni. Queste fonti parlano sempre delle stesse cose; quando la FED alzerà i tassi d’interesse, dei suoi contrasti interni, delle indiscrezioni sulla BCE, sulla crisi greca e sulle conseguenze nella Zona Euro.

Sostanzialmente sono tutte informazioni inutili, che un trader indipendente non dovrebbe prendere in considerazione. Se ad esempio operi con un timeframe molto stretto, come può essere il cinque minuti, l’analisi fondamentale non ti serve a nulla. Una nazione può avere dei bilanci orribili, ma non per questo sono escluse operazioni di speculazione sulla sua valuta. Tutto può accadere durante una seduta di trading e l’aspetto fondamentale serve solo a distrarti.

La tua strategia di trading ha come obiettivo primario quello di farti guadagnare, i profitti possono arrivare sia da operazioni in acquisto che in vendita e basarsi sulle fonti che giudicano lo strumento di nostro interesse ci fa muovere alla cieca, distogliendo l’attenzione dall’unica fonte d’informazione che conta : il grafico dei prezzi.

Il grafico ti dice esattamente quello che sta succedendo nel mercato al dato momento, analizzandolo si possono trovare pattern di prezzo e segnali operativi da utilizzare per la propria strategia di trading.

Ignorare questi segnali perché hai letto una notizia su un qualsiasi sito di economia ti fa deviare dalla tua strategia. Tutto questo è stressante e non redditizio.

Il discorso è perfettamente applicabile anche nel mercato Forex. Le valute rispecchiano le economie delle nazioni di appartenenza, che non sono altro che aziende, con i loro bilanci, rapporti e personaggi al vertice.

È abbastanza improbabile che la politica monetaria di uno Stato cambi da un giorno all’altro, quindi non ha senso dare un peso minore all’analisi tecnica a vantaggio di quella fondamentale.

Il Forex è un mercato altamente speculativo e i prezzi si muovono seguendo logiche tutt’altro che “fondamentali”.

Lascia un commento...è gratis...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *