Installare temi WordPress

temi wordpress

L’abito non fa il monaco, disse qualcuno. Lo fa invece… il template di un blog, la sua veste grafica, è il tuo biglietto da visita.

È vero che gli utenti cercano le informazioni e non badano molto alla grafica, ma in un contesto più ampio, prendendo in considerazioni altri parametri, come una collaborazione con un editore, la grafica è una carta molto importante da giocare.

La buona notizia è che WordPress ha una nutrita community di sviluppatori, molto attiva nella creazione di plugin e template, tutti gratuiti per essere ammessi nell’archivio ufficiale.

Alcuni sono limitati e può essere previsto un upgrade a pagamento per sbloccare alcune funzionalità aggiuntive, ma in linea di massima troviamo temi gratis molto ben fatti.

Personalmente preferisco i template gratis disponibili sul sito ufficiale, rispetto ai grandi marketplace con soluzioni a pagamento. È vero che un tema gratuito sarà più facile da scaricare, con il rischio che sia usato anche dalla concorrenza, ma i template a pagamento sono spesso carichi di elementi pesanti e inutili. Inoltre una mano esperta può modificare una veste grafica a suo piacimento, rendendola unica e professionale.

Come installare un tema su WordPress

Vai nel pannello di amministrazione, porta il mouse sulla voce Aspetto senza cliccare e aspetta che compaia il sottomenu a tendina e clicca su Temi. Di default ne vedrai installati 3, tutti creati dal team di WordPress, di cui uno attivo, cioè il tema attualmente usato dal blog.

Per aggiungerne un tema diverso, clicca su Aggiungi nuovo e guarda cosa ti propone la community di WordPress, scorrendo le tre categorie: In evidenza, Popolari e Più recenti.

aggiungere tema wordpress

Hai anche la possibilità di fare una ricerca personalizzata, grazie alla funzione Filtro funzionalità, dove settare le caratteristiche che deve avere il tuo tema ideale, come colori, struttura del layout, logo personalizzato.

Prima di scaricare il tema che t’ispira di più, puoi visionare come potrebbe adattarsi al tuo blog, grazie al comodo pulsante Anteprima, oppure visitando il sito dello sviluppatore, dove il più delle volte è possibile dare un’occhiata a una demo attiva.

Per scaricare e attivare il nuovo tema, non dovrai fare altro che cliccare sul relativo pulsante Installa e aspettare il completamento della procedura.

È possibile anche installare un tema precedentemente scaricato da una fonte esterna, con il comodo pulsante Carica Tema, scegliere il pacchetto zip che hai salvato sul tuo computer e il gioco è fatto.

 

caricare tema wordpress

Modificare il tema di WordPress

Per quasi tutti i temi WordPress è previsto un modulo di amministrazione, con il quale è possibile settare un numero più o meno importante di opzioni grafiche.

Quasi tutti i temi WordPress installano nel pannello d amministrazione di WordPress, un modulo aggiuntivo con il quale settare un numero variabili di opzioni grafiche.

Il modulo in questione lo puoi trovare all’interno del menu Aspetto, oppure come elemento a se stante, in fondo alle voci che compongono la colonna laterale. Nell’immagine di seguito vediamo un esempio con il tema Accelerate di ThemeGrill.

opzioni tema

I settaggi più comuni riguardano il logo nell’header, dove possiamo mostrare un’immagine o il titolo del sito, il design con le impostazioni per il layout e molto spesso uno slider con immagini che scorrono nella homepage.

Se il modulo di amministrazione non fosse disponibile, si può ricorrere alla voce Personalizza del gruppo Aspetto, che in linea di massima ci da la possibilità di compiere tutte le modifiche più comuni.

personalizzare tema

I migliori temi gratis per WordPress

In tanti mi chiedono quali sono i template gratuiti di WordPress che preferisco, beh i gusti sono soggettivi, ma con un occhio critico relativo ad alcune prerogative che andremo a motivare posso consigliarti tre temi:

  • Mantra di Cryout Creations – È stato il primo tema che ho provato, ed è ancora la mia prima scelta quando vado a fare una nuova installazione di WordPress. Il suo punto di forza è il pannello di controllo che permette di personalizzare qualsiasi aspetto del template, senza dover mettere mano al codice, quindi consigliatissimo a chi non ha la minima conoscenza di PHP e CSS.mantra tema per wordpress
  • Hiero di athemes – Molto elegante e pulito, non ha una proprio modulo di amministrazione, ma tutte le personalizzazioni possono essere fatte attraverso il pannello Personalizza, dandoci modo di cambiare il colore primario, i fonts, caricare un logo personalizzato. Possiede 6 aree per collocare i widgtes, 4 nel footer, 1 nella testata e ovviamente non manca la sidebar Una grossa pecca consiste nell’assenza di un template alternativo per le pagine di WordPress, quindi non si potrà personalizzare più di tanto l’homepage, a meno d’interventi tecnici sul codice o installazione di plugin aggiuntivi.hiero tema gratis
  • Virtue di britner – Tema completamente responsive che suggerisce l’installazione del plugin PageBuilder di SiteOrigin e Metaslider, con i quali è perfettamente integrato, per creare una homepgae molto accattivante. C’è la possibilità di fare l’upgrade a pagamento, ma dal mio punto di vista non vale la pena, la versione free va benissimo. Funzioni molto interessanti come lo sticky menu che segue il navigatore nello scroll della pagina, menu responsive a partire da una risoluzione scelta dall’amministratore e modulo di ricerca integrato nel menu.virtue

Temi per WordPress a pagamento

Non è sempre vero che le cose a pagamento sono migliori di quelle gratis, poi dobbiamo considerare che gli sviluppatori dei temi free hanno un ritorno implicito dalle loro creazioni, ad esempio in termini di popolarità, magari inserendo un link verso il loro sito commerciale nel footer del template.

Comunque sia, esistono dei temi premium per WordPress fatti molto bene e li potete trovare su ThemeForest, il sito di riferimento per chi cerca soluzioni professionali per il proprio blog. La piattaforma è integrata con tutti gli altri siti del circuito Envato, come CodeCanyon dove si possono trovare plugin e script, sempre a pagamento, per risolvere le più svariate problematiche. Con un account Envato potrai accedere a tutte le funzionalità del circuito.

Su ThemeForest ci sono centinaia di temi, divisi per categoria e con una live preview osservabile simulando le principali risoluzioni, desktop, tablet e mobile. Il tema migliore a pagamento per WordPress, a mio avviso, è NewsPaper grazie al quale non ho mai dovuto installare plugin aggiuntivi, tranne quelli consigliati dallo stesso tema per un corretto funzionamento. Tutte le altre funzionalità, che di solito necessitano di un plugin, sono già integrate, come ad esempio, bottoni per la condivisione, articoli più letti e contenuti correlati alla fine di ogni post.

miglior tema per wordpress

Il pannello di amministrazione di NewsPaper è fantastico, si può personalizzare ogni aspetto del template, il logo, la favicon, il testo per ogni elemento, impostare diverse sidebar da assegnare ad articoli diversi, i colori. Inoltre è presente un ottimo gestionale per gli annunci pubblicitari, scegliendo dove e quando inserirli.

Conclusioni

La scelta della veste grafica del tuo blog va fatta con molta attenzione, ti consiglio di fare un’installazione in locale di WordPress e fare tutte le prove necessarie, fino a quando non ti senti veramente sicuro. Cambiare un tema in corsa non è molto saggio, può disorientare l’utente, abituato a muoversi all’interno del sito.

Ovviamente le prove le puoi fare solo con i temi gratis, con quelli a pagamento risulterebbe un po’ troppo dispendioso, quindi in questo caso valuta attentamente la live preview, non fermandoti alla home, ma analizzando tutti i contenuti demo.

Nel prossimo articolo voglio parlarti del child theme, un tema creato apposta per non perdere modifiche al codice quando viene rilasciato un aggiornamento.

Lascia un commento...è gratis...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *