Hosting multidominio Netsons

hosting netsons

Stai cercando uno spazio web con un costo contenuto e con delle buone prestazioni? Magari hai 4 – 5 blog, che fanno 100 – 200 visite al mese ciascuno, senza alcun tipo di introito e il costo per i vari hosting ha un certo peso per le tue finanze.

Allora perché non optare per la soluzione hosting multidominio? Netsons è un buon hosting, una società italiana che offre ai propri clienti diversi pacchetti per ogni tipo di esigenza.

Io ho diversi siti su Netsons, la soluzione base, che loro chiamano hosting condiviso professionale, viene circa 18 € all’anno, ma in tutta sincerità non è proprio il massimo. Se saliamo nelle fasce superiori, il pacchetto hosting business, che con database illimitati da 500 MB, la situazione migliora notevolmente e la spesa arriva a 82 € annuali.

Le caratteristiche tecniche dell’hosting business sono le stesse del multidominio, 101 € all’anno, con il dominio principale compreso nel prezzo. Questo è il suo punto di forza, perché Netsons ha prezzi inferiori rispetto alla concorrenza, offrendo servizi perfettamente identici.

Hai mai letto delle recensioni negative su Netsons? Forse no, ma probabilmente avrai letto molto bene di altre società, soprattutto di Siteground. E sai perché? Perché Siteground ha una delle affiliazioni in questo settore. Considera che per ogni cliente introdotto, si viene pagati quasi 40 €. Ecco perché ne parlano tutti bene. Per carità, Siteground è un ottimo hosting, ma a mio modesto avviso le stesse caratteristiche sono presenti nel multidominio e nel business di Netsons.

Caratteristiche tecniche

Quello che mi ha colpito del multidominio di Netsons è la mancanza di limitazioni. Ok, lo spazio web e il traffico mensile vengono dichiarati illimitati, ma questo sappiamo bene che non corrisponde alla verità. I siti sono caricati sul server, una macchina che ha i suoi limiti, in termini di prestazioni e di spazio. Comunque è un’affermazione che la maggior parte dei providers utilizza, significa che non ci sono limiti prefissati, ma quando si arriva al punto in cui il server non ce la fa più a gestire le richieste, si crasha. Diciamo che fino a 400 – 500 visitatori simultanei gira alla grande. Se comunque hai questi numeri, allora parliamo di un traffico molto importante che se opportunamente monetizzato, ti permette di scegliere un hosting dedicato e fare il salto di qualità.

Tornando al multidominio condiviso, l’hosting è frazionabile, quindi si possono spostare le risorse sui domini che ne hanno più bisogno. Possiamo creare tutti i database che vogliamo, mentre in altri servizi di cui non faccio il nome, abbiamo un limite di 3 da 400 MB e 1 da 2 GB. Come spazio va bene, il problema è la gestione con il prefisso delle tabelle, da cambiare per installare più di un CMS nello stesso database.

Altro punto di forza rispetto alla concorrenza è la possibilità di creare indirizzi email associati ad ogni dominio dell’hosting e non dei semplici alias che reindirizzano la posta al dominio principale.

Abbiamo cPanel, con tutte le sue funzioni a cui siamo abituati,0 ma quello che mi ha veramente colpito è la facilità con cui si possono aggiungere i domini all’hosting. Non serve nemmeno andare su cPanel, basta loggarsi nell’area clienti, selezione gestione domini e per ogni voce cliccare sul pulsante Aggiungi ad hosting multidominio e la procedura parte in automatico. Si aspettano qualche ora per la propagazione dei DSN, dopodiché puoi cominciare a caricare i file nell’apposita cartella che si è creata nel filesystem e mettere online il tuo nuovo sito.

aggiungi dominio hosting

La versione PHP di default è la 5.5, ma è possibile personalizzarla una volta entrati in cPanel. A breve comincerò i test per passare alla versione 7.0, che da quanto leggo in giro ha delle performances con una velocità di esecuzione pari alla metà della 5.5. Secondo quanto leggo nei gruppi di Facebook, il core di WordPress gira bene, il problema sono i plugins, che vanno testati uno a uno.

prestazioni php7

Prezzi hosting e dominio

Abbiamo parlato all’inizio del costo, ogni hosting multidominio viene 6,90 € al mese, quindi 82 € all’anno più IVA, andando a finire a 101 €. Il dominio principale è compreso nel prezzo mentre tutti i domini aggiuntivi hanno i seguenti prezzi:

  • .it 5,90 €
  • .com, .net, .org 9,90 €
  • .info e .eu, 7,90 €

I prezzi appena elencati sono al netto dell’IVA, quindi facendo due conti, diciamo che il .com e gli altri della stessa fascia, per un anno, costano intorno ai 12 €.

Sicuramente possiamo trovare un’offerta migliore in altri lidi, come ad esempio l’offerta Topname di TopHost. Se vuoi risparmiare qualcosa, a fronte di una gestione un pochino più complessa, puoi prendere il dominio su TopHost e l’hosting su Netsons, gestendo i Nameserver in modo che i DSN puntino all’IP di Netsons.

Assistenza e supporto

Anche sul supporto non posso che dirne bene, una volta era saltato lo storage innoDB su MySQL, ho mandato una mail e in 10 minuti hanno risolto il problema, scusandosi per l’inconveniente.

La mia opinione è senz’altro positiva, ci sono ovviamente degli inconvenienti, ecco perché potresti trovare delle recensioni negative su questo servizio. Io sono convinto che l’imprevisto può capitare ovunque.

Netsons negli ultimi mesi ha avuto diversi down prolungati per diverse ore. Tramite i loro canali ufficiali su Facebook hanno spiegato che si trattava di un problema relativo ad un fornitore di connettività, ora completamente risolto. E infatti da allora l’hosting funziona perfettamente.

Lascia un commento...è gratis...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *