Si guadagna davvero con un blog?

Quanto si guadagna con un blog

Una delle domande più ricorrenti nell’ambito del business online è se si può guadagnare con un blog, anche in Italia, perché nel resto del mondo, abbiamo dei casi di persone che portano a casa cifre veramente importanti.

Certo che si possono guadagnare soldi con un blog, altrimenti non saremmo neanche qui a parlarne, va bene la passione ma alla fine del mese non c’è ritorno economico, a lungo andare i blog vengono abbandonati dall’autore. Si è vero, sono un materialista, ma è così che va il mondo.

Torniamo seri, dicevamo, lavorare da casa con un blog, quanto può rendere? Dipende, al di la di alcuni blogger che hanno ottenuto risultati sorprendenti, ci sono tantissime persone che guadagnano somme di tutto rispetto condividendo il loro sapere sui loro blog. Si, ho usato il plurale, puntare tutto su unico sito non è la scelta migliore, al di la del fatto che Google posiziona i siti secondo i suoi algoritmi, a noi sconosciuti, negandoci la possibilità di sapere se un blog sul quale stiamo investendo tempo e risorse avrà mai un successo degno di nota, rivolgersi ad un pubblico più ampio, trattando diversi argomenti ritengo sia la strada da percorrere per guadagnare online.

Ogni blog che segui deve trattare una nicchia di mercato specifica, io attualmente ne sto portando avanti quattro, uno è questo che stai leggendo, un tentativo dove ho puntato su diverse nicchie, rimanendo impantanato in quella che possiamo chiamare “bonaccia”, un numero limitato di visitatori che non va ne giù ne su.

Fatto tesoro dell’errore ho aperto un altro blog dove parlo esclusivamente di Forex, il dominio è molto giovane e le visite sono quasi nulle, ma osservano le statistiche di Search Console noto che il posizionamento, potenzialmente, dovrebbe essere soddisfacente. In questo blog punterò alla monetizzazione con Google Adsense e con l’affiliazione Pay per Sale con un broker che ritengo molto valido. La nicchia è molto remunerativa, l’argomento lo conosco bene e sono molto fiducioso per la riuscita del progetto.

Il secondo blog che ho aperto riguarda il tema del guadagno online, principalmente incentrato proprio sul blogging e su come fare soldi con un blog, mentre il terzo è rivolto alla salute e benessere, altro settore che conosco, trattando prodotti nutrizionali per la mia attività di network marketing. In questo blog inserisco argomenti generali sugli alimenti, integratori, consigli per una vita sane, ai quali alterno recensioni sui prodotti commercializzati dalle mie due aziende di Network Marketing. Si, io collaboro con due aziende, sto peccando di etica? Direi di no, non sono mica sposato con queste aziende..

Con questo blog sulla salute, il mese scorso ho fatturato 300 euro di vendita, allora che dici ? Si può guadagnare con un blog? E siamo solo all’inizio, questo progetto l’ho tenuto fermo per diversi mesi, poi osservando il mio backoffice ho trovato queste commissioni, relative a ordini compiute da persone mai viste e conosciute e che possono aver effettuato l’acquisto con il mio codice solo attraverso il blog.

Perché questo articolo ? Perché per la maggior parte delle persone, guadagnare con un blog significa solo installare WordPress, scrivere qualche contenuto e collocarci qualche banner, sperando che la gente ci clicchi. Per carità, anche io li uso, ma non è quella la mia forma principale di guadagno. Il blog serve per attirare attenzione su di te e sulla tua attività, se non ne hai una, allora la cosa è grave, è come aprire una pizzeria che non serve la pizza, puoi attirare qualche curioso, che poi rimarrà deluso e se ne andrà via.

Se fai network marketing, oppure vendi qualcosa, il blog serve per dare al visitatore un’idea del tuo lavoro, a stimolare l’interesse dei potenziali clienti e convogliarli verso l’azione finale.

I banner pubblicitari servono solo a monetizzare quella parte di pubblico che arriva, legge le informazioni che cercava e poi torna a fare quello che stava facendo.

Certo, c’è anche chi, come Salvatore Aranzulla, ha basato la sua attività sugli annunci pubblicitari, ma lui scrive argomenti per un pubblico immenso ed ha una redazione che produce 4-5 articoli al giorno, da soli sarebbe impensabile una cosa del genere.

Lascia un commento...è gratis...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *