Come creare un blog con WordPress

creare blog wordpress

Siamo finalmente pronti per installare il blog, nell’articolo precedente ho spiegato perché  scegliere WordPress, se te lo sei perso vai subito a dargli un’occhiata, perché oggi ti spiegherò come installarlo sul tuo hosting.

A proposito, se non hai ancora deciso a quale società rivolgerti, ti posso consigliare Netsons e Siteground. Sono gli hosting migliori per quanto riguarda il rapporto qualità / prezzo.

Con questi due provider possiamo istallare WordPress attraverso cPanel, un pannello di controllo molto potente, o meglio ancora con le sue estensioni Softaculous o Installatron che semplificano di molto le cose. Se il tuo hosting ti permette di utilizzare una di queste due applicazioni, puoi aprire il blog in 2 minuti.

In questo articolo vedremo come installare WordPress sia con il procedimento automatico sia con quello in manuale. Dedicheremo più attenzione alla seconda procedura, in quanto la prima richiedere veramente poche azioni.

Installazione WordPress con Softaculous

Il procedimento è molto semplice, entra in cPanel e cerca l’icona di WordPress o di Softaculous.

Anche se utilizzando questi servizi, l’installazione è molto semplice, vediamo come fare per evitare di combinare qualche pasticcio. La prima e unica schermata ci chiede i parametri che devono essere seguiti in fase d’installazione, molto semplicemente dobbiamo scegliere il dominio, perché potremmo avere dei sottodomini mappati nel nostro spazio web, e la cartella di destinazione, che se coincide con la root (directory principale) si deve lasciare in bianco.

C’è poi da impostare l’username dell’amministratore e la relativa password. Scegline una abbastanza complicata e segnala su un foglietto per non dimenticarla. Gli ultimi passaggi riguardano il nome del blog e il relativo sottotitolo, che puoi anche impostare in un secondo momento direttamente dal pannello di controllo di WordPress.

Anche l’installazione MultiSite può essere rimandata in un secondo momento. Sto parlando di un particolare modo di gestire WordPress, che si trasforma in un network di blog, dove ogni sezione è gestita a parte. Può essere molto utile nel caso si volesse trattare un argomento diverso dalla tematica principale, usando un sottodominio, per non avere problematiche lato SEO.

installazione wordpress automatica

Finito, non bisogna fare altro ! La procedura si concluderà invitandoci a visionare il blog, lato frontend, la parte pubblica del sito, mentre per dare un’occhiata veloce al pannello di controllo, bisogna aggiungere /wp-admin all’indirizzo del sito.

Installazione manuale di WordPress

Se il vostro hosting non dispone di questi applicativi, è un servizio scadente e migrate altrove, nel frattempo però vediamo come procedere con l’installazione manuale della piattaforma.

Portiamoci su WordPress.org Italia, dove possiamo scaricare il pacchetto d’installazione, lo trovi nella parte destra del sito, al di sotto dello screenshot dimostrativo.

Una volta terminato il donwload, decomprimiamo l’archivio e ci troveremo una nuova cartella nel nostro computer chiamata “wordpress”. Ora dobbiamo trasferire tutti i files contenuti al suo interno sul server. Come facciamo ? Utilizziamo un programma di trasferimento FTP (file transfer protocol), uno qualsiasi, io mi trovo molto bene con Filezilla.

Scarichiamo la versione Client e installiamola sul pc. Lanciamo il programma e configuriamolo per collegarsi al server. Per continuare abbiamo bisogno dei dati di accesso all’hosting, che la società a cui ci siamo rivolti ci avrà probabilmente fornito attraverso una mail riepilogativa. Se così non fosse dobbiamo entrare nel nostro account (almeno username e password ce li dovresti avere) e ricerchiamo queste credenziali nel profilo o dando un’occhiata alle FAQ.

Ci servono 3 dati :

  • Il nome dell’host, che può coincidere con il nome del dominio senza www all’inizio (tuosito.com) o anteponendo il prefisso ftp
  • Nome utente
  • Password

Su Filezilla andiamo su menu, Gestore siti, Nuovo. Diamo un nome alla cartella e configuriamo le credenziali di accesso popolandole con i dati in nostro possesso e cambiamo il tipo di accesso da anonimo a normale. Alla fine dovremmo ottenere una cosa del genere.

configurazione filezilla

Se abbiamo impostato tutto correttamente, cliccando su Connetti, Filezilla si collegherà al sito remoto e mostrerà una schermata divisa in due colonne; nella prima abbiamo il nostro computer con tutte le sue cartelle dove possiamo muoverci esattamente come con l’Esplora risorse mentre a destra abbiamo lo spazio web, il sito remoto.

A seconda della tipologia di hosting utilizzato, potremmo essere già all’interno della cartella principale del sito, mentre in altre situazioni, al primo accesso si visualizza la directory dell’account. In questo caso, per caricare correttamente i files bisogna portarsi sulla cartella public_html, come evidenziato nella figura.

trasferimento files

Trascinate fisicamente da sinistra verso destra tutti i files di WordPress e attendete la fine del caricamento, che di media impiega 5 minuti. Potete verificare lo stato dell’installazione nella casella File in coda, che vi mostra quanti files devono ancora essere caricati.

Quando Filezilla ha finito il caricamento, dobbiamo procurarci i dati del database MySql che abbiamo acquistato insieme all’hosting.

Se il tuo provider è Aruba, il database è già attivo e l’azienda ti ha mandato una mail con i dati di accesso, se invece sei su Tophost bisogna andare nel pannello di controllo, creare un nuovo DB e il sistema ti restituirà in automatico tutti i parametri. Su Siteground o Netsons invece, cliccando su Database MySql, ti si aprirà una finestra con un campo di testo in alto, dove dovrai inserire una stringa qualsiasi, per identificare il DB. I valori di utente e nome database saranno gli stessi, noi per fare un esempio, li chiameremo my_newdb_wp.

La password sarà quella utilizzata per collegarsi al server, mentre l’ultimo dato che serve è l’indirizzo dell’host, che di solito viene indicata nella schermata di creazione database.

mysql database

Ricapitolando, i dati per MySql sono i seguenti :

  • Host database
  • Nome utente
  • Nome database
  • Password

Se hai tutti questi dati a portata di mano, punta il browser verso l’homepage del blog, dove ti attenderà la procedura guidata all’installazione. La prima operazione da fare è inserire i dati di MySql per dare modo a WordPress d’interagire con esso. Inserisci i tuoi parametri sul modello della figura di seguito e per quanto riguarda il prefisso tabella lascia tranquillamente il valore di default.

A meno che il tuo hosting preveda diversamente, il valore di Host del database è localhost. Nell’esempio della figura usiamo l’indirizzo che ci ha  fornito Netsons.

collegamento database wordpress

Se tutto è ok, lo script darà un messaggio positivo e possiamo passare alla fase successiva, la creazione delle tabelle e la configurazione del file wp_config.php, nel quale sono elencate le direttive base di WordPress.

Inserisci il Titolo del blog, il tuo nome utente, la tua password e la tua email. Ovviamente lascia flaggato il campo “Permetti ai motori di ricerca di indicizzare questo sito”, a meno che tu non voglia creare un blog privato e condividere l’indirizzo solo con alcune persone.

Premi il tasto “Installa WordPress” e rilassati perché abbiamo finito ! Il tuo blog è pronto per essere riempito di contenuti interessanti.

installazione conclusa

Conclusioni

L’installazione di WordPress è una procedura molto semplice, ma molte persone preferiscono rivolgersi alla piattaforma gestita dal provider su wordpress.com, per poi lamentarsi dopo pochi giorni che non è permesso aggiungere plugin o modificare qualche aspetto del tema.

Come vedi non sono passaggi complicati, basta un po’ di attenzione e una guida da seguire. Se il tutorial ti è piaciuto condividilo con i tuoi amici o se ti è rimasto qualche dubbio lascia un commento e sarò ben felice di aiutarti.

1 opinione su Come creare un blog con WordPress

  1. Ottimo articolo, da poco sto utilizzando Siteground per un’altra piattaforma e non posso che ritenermi soddisfatto, veloce e l’installazione di wordpress è veramente elementare.

Lascia un commento...è gratis...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *